Su PixelHub trovi corsi, articoli e script per lo sviluppo Web, il Web Marketing e il Social Media Marketing.

La guida definitiva per ottimizzare il tuo profilo Instagram in ottica SEO.

Indice

  1. Ottimizza il tuo profilo
  2. Inserisci le keyword giuste
  3. Usa gli hashtag come parole chiave
  4. Migliora le tue caption
  5. Ottimizza le tue immagini
  6. Monitora i risultati
  7. Cosa NON fare

Instagram è tra le piattaforme social con il più alto tasso di crescita mai registrato, contando più di un miliardo di utenti attivi ogni mese.

Con un bacino così ampio di utenti, anche le nicchie diventano spazi competitivi, in cui emergere e farsi notare diventa sempre più difficile.

Da dove partire quando l’obiettivo è crescere e aumentare la visibilità dei propri contenuti su Instagram?

Certo, creare contenuti di qualità è il primo passo, ma non sempre è sufficiente.
C’è molto altro che puoi fare.

La prima cosa da tenere a mente è che Instagram ha un motore di ricerca autonomo.
Ciò significa che, se vuoi ottenere risultati migliori in termini di visibilità, engagement e numero di follower, la direzione giusta da seguire è implementare un’efficace strategia SEO.

Come fare SEO su Instagram
Come fare SEO su Instagram

1. Ottimizza il tuo profilo

Per prima cosa, dovrai ottimizzare il tuo profilo Instagram.
Questo ti permetterà di migliorare la user experience e attrarre nuovi follower.

Ecco alcuni consigli per ottimizzare il tuo profilo Instagram:

  • Prima di tutto, registrati con il profilo aziendale e seleziona la tua categoria;
  • Assicurati che il tuo profilo sia pubblico;
  • Crea un logo semplice e d’impatto, oppure inserisci la tua immagine del profilo, che deve essere accattivante e immediatamente riconoscibile;
  • Scegli un nome utente semplice da ricordare ed evita di utilizzare parole difficili da pronunciare;
  • Utilizza tool come Linktree o Milkshake per inserire più link nella biografia. In questo modo, potrai indirizzare i tuoi follower su diversi siti (ad esempio la pagina su Facebook, la newsletter o il blog aziendale).

Inizialmente questi passaggi potranno sembrarti marginali, ma sono essenziali e ti serviranno per gettare le basi per la tua strategia SEO su Instagram.

2. Inserisci le keyword giuste

Dopo aver ottimizzato il tuo profilo, ricorda di aggiungere sempre delle parole chiave specifiche nel tuo nome pubblico e nel tuo nome utente.

In questi casi, inserisci le parole chiave primarie.

Le keyword primarie sono ideali per aumentare la visibilità del tuo profilo, in quanto consentono di raggiungere utenti interessati che hanno fatto una ricerca attraverso quelle parole chiave. Questo aumenterà le probabilità che il tuo profilo di compaia nei risultati di ricerca di utenti in target e dunque interessati ai tuoi contenuti.

Spostiamoci ora alla biografia. Ricorda che la bio del tuo profilo Instagram è il tuo biglietto da visita, ed è ciò che permetterà agli utenti di capire immediatamente chi sei e di cosa ti occupi.

Per questo, è importante che nella biografia siano presenti le tue parole chiave secondarie.
In questo modo potrai raggiungere utenti che non sono riusciti ad arrivare al tuo profilo attraverso le keyword primarie, ma che sono interessati al tuo prodotto o servizio.

Profilo Instagram ottimizzato in ottica SEO
Profilo Instagram ottimizzato in ottica SEO

Facciamo un esempio: supponiamo che la tua parola chiave primaria sia “Agenzia Web”, e giustamente hai deciso di inserirla nel tuo nome e nel nome utente.

Ora, ciò che devi fare è individuare keyword secondarie pertinenti da inserire nella tua bio. In questo esempio, potremmo aggiungere “Sviluppo siti web”, oppure “Web marketing”, o ancora “Web design”.

⚠️ Non dimenticare che la biografia non deve essere troppo lunga e può contenere al massimo 150 caratteri.

3. Usa gli hashtag come parole chiave

Una volta che avrai ottimizzato il tuo profilo e inserito le parole chiave giuste, sarà il momento di ottimizzare i tuoi post.

È possibile – o meglio, probabile – che gli utenti raggiungano il tuo profilo attraverso uno degli hashtag utilizzati in precedenza sotto i tuoi post.

Non male, vero?

Per questo motivo, non dovresti mai utilizzare gli stessi hashtag sotto ogni tuo post su Instagram, poiché questo diminuirebbe notevolmente le probabilità di raggiungere più persone differenti.

Ti consiglio di iniziare facendo un’analisi degli hashtag più efficaci per la tua nicchia: controlla gli hashtag più popolari nel tuo settore, quelli utilizzati dai tuoi competitor, e fai delle prove per comprendere quali sono i più performanti.

Su Instagram gli hashtag sono vere e proprie parole chiave, e per questo devono essere precisi e differenziati. In parole semplici, più hashtag mirati aggiungerai ai tuoi post, più utenti interessati potrai raggiungere.

Qui ti spiego perché dovresti usare 30 hashtag in ogni tuo post su Instagram.

Se non sai come trovare gli hashtag migliori che fanno al caso tuo, puoi utilizzare uno degli innumerevoli tool che generano automaticamente gli hashtag per Instagram.

4. Migliora le tue caption

Passiamo ora alla didascalia dei tuoi post.

Per aumentare l’engagement e ottenere risultati migliori, è essenziale creare caption semplici e coinvolgenti, in grado di attirare l’attenzione della tua nicchia.

Anche in questo caso, assicurati che la didascalia di ogni tuo post contenga keyword secondarie legate ai tuoi contenuti di nicchia.

5. Ottimizza le tue immagini

Per quanto riguarda l’ottimizzazione delle tue immagini, Instagram ha da poco introdotto una nuova funzionalità: l’Alt text, ovvero il testo alternativo.

Sfruttando questa funzione, potrai ottimizzare le tue immagini con keyword specifiche e scelte da te.

Farlo è molto semplice. Vediamo come procedere:

  • Prima di condividere un nuovo post, clicca su “impostazioni avanzate”.
  • Clicca su "scrivi testo alternativo".

E a questo punto non ti resta che scrivere il tuo testo alternativo.

6. Monitora i risultati

Tenere traccia delle performance del tuo profilo può aiutarti a raccogliere informazioni molto utili, a partire dalle quali modificare o perfezionare la tua strategia social.

Per fare ciò, puoi sfruttare Instagram analytics, ma anche alcuni dei numerosi strumenti avanzati presenti – ad esempio Ninjalitics.

7. Cosa NON fare

Ci sono varie cose che non dovresti mai fare su Instagram.
Tra queste:

  • Non usare bot per aumentare il numero di follower;
  • Non comprare follower;
  • Non rubare contenuti di altri, ma prendi ispirazione;
  • Non sottovalutare l’importanza delle keyword.

In poche parole, aumenta poco alla volta e in maniera organica.

Conclusione

In questo articolo abbiamo visto come implementare una strategia SEO su Instagram.

Ricordati quindi di seguire tutti questi brevi e semplici passaggi, e di sfruttare le parole chiave primarie e secondarie per aumentare la visibilità e l’engagement dei tuoi contenuti.

Ti sei iscritto con successo a PixelHub | Creativi Digitali 💻
Bentornatə! Hai effettuato correttamente l'accesso.
Ottimo! Iscrizione effettuata con successo.
Il link è scaduto
Ottimo! Controlla la tua email per il link di accesso.

Hai bisogno di sviluppare una strategia per Instagram? Affidati a noi!