Su PixelHub trovi corsi, articoli e script per lo sviluppo Web, il Web Marketing e il Social Media Marketing.

Indice

  1. Scegliere i colori con uno scopo
  2. Mappe di colore per chi non può vedere
  3. Perché ridurre la quantità dei colori utilizzati
  4. Come evitare un uso non intuitivo dei colori
  5. Strumenti utili per la selezione di mappe di colore

1. Scegliere i colori con uno scopo

La scelta dei colori giusti non è una cosa scontata. I colori migliorano il modo in cui vengono percepiti i dati. Ad esempio, il colore verde può far aumentare la creatività di una persona.

Oltre a rendere la visualizzazione esteticamente piacevole, i colori servono anche ad altri scopi. I colori, insieme alle forme e alla dimensione, forniscono una dimensione aggiuntiva ai dati in un modo non spaziale.

I colori migliorano la visualizzazione
I colori migliorano la visualizzazione

Visualizzare un colore innesca nella nostra mente una reazione che si traduce in un’emozione e conseguentemente in eventi fisiologici associati.

Guardare un colore, su qualcosa di statico come una pagina web, può aiutare nella quotidianità. Potremmo dire che i colori sono una forma di comunicazione con la nostra mente e ogni colore porta il messaggio delle sue proprietà. Una mappa di colore, spesso chiamata palette, è una disposizione di colori che costituisce un tema. Limitatamente al numero dei colori che mostra un monitor (sul modello RGB sono 16,8 milioni) non ci sono limiti alle mappe di colore possibili.

Eppure non tutte le mappe di colore sono efficaci per la visualizzazione dei dati.

Il rosso è perfetto per qualcosa di impegnato: serve a richiamare l’attenzione di chi sta leggendo, a portare determinazione e interesse nel lettore.
Il rosso è perfetto per qualcosa di impegnato: serve a richiamare l’attenzione di chi sta leggendo, a portare determinazione e interesse nel lettore.
Il giallo è utile per rinvigorire la mente.
Il giallo è utile per rinvigorire la mente.
Il verde è energizzante e placa lo stress.
Il verde è energizzante e placa lo stress.
Il blu produce serenità, per argomenti meno impegnati può essere una buona scelta.
Il blu produce serenità, per argomenti meno impegnati può essere una buona scelta. 
Il viola stimola la creatività, quindi è adatto se si vuole mostrare qualcosa fuori dalle righe.
Il viola stimola la creatività, quindi è adatto se si vuole mostrare qualcosa fuori dalle righe.

2. Mappe di colore per chi non può vedere

Incorporare mappe di colore intuitive nella visualizzazione di dati è uno strumento utilissimo, ma l’informazione incorporata dal colore viene persa per coloro che non possono vederli. Secondo la Colour Blind Awareness Organisation inglese l’8% degli uomini e lo 0.5% delle donne nel mondo hanno dei problemi nella visione dei colori (CVD). Fortunatamente sono state ideate scientificamente delle mappe di colore per chi fa fatica a distinguerli (VEDI MAPPA CVD). Queste mappe raggiungono anche coloro che hanno cecità di colore completa, il problema sorge per chi ha solo un disturbo leggero, per questi utenti le precedenti mappe di colore possono creare confusione.

Differenze di percezione
Differenze di percezione

3. Perché ridurre la quantità dei colori utilizzati

In molti casi, l’utilizzo di ampie scale di colore può distrarre dai contenuti che vengono presentati e attrarre l’attenzione su elementi non informativi.

Il contesto è importante. Utilizzare dei colori che hanno forti associazioni con valori particolari in un modo non intuitivo può rendere la visualizzazione difficile da interpretare.

La teoria dei colori
La teoria dei colori

4. Come evitare un uso non intuitivo dei colori

Molte schermate di visualizzazione che mostrano informazioni collegate a ‘si’/‘no’ presentano una mappa di colore rossa e verde. Intuitivamente, secondo la cultura occidentale, il verde veicola il sì, il rosso indica il no. Eppure la mancanza di una visualizzazione corretta di rosso e verde è fra le più comuni tra i disturbi di visione del colore. L’utilizzo di una mappa di questo tipo impedisce, quindi, a una grossa fetta della popolazione mondiale di interpretare correttamente la sua visualizzazione.

La ruota dei colori
La ruota dei colori

5. Strumenti utili per la selezione di mappe di colore

Fortunatamente sono tanti gli strumenti gratuiti che offrono delle mappe di colore intuitive e, soprattutto, inclusive.

  • Matplotlib: è una libreria di Python che offre un gran numero di mappe di colore, molte create scientificamente per chi ha difficoltà nella percezione corretta di colore.
  • Colorbrewer: focalizzato sulla visualizzazione cartografica, questo sito consente la selezione tra diverse mappe con opzioni per chi ha disturbi CVD o per una corretta visione stampata.
Colorbrewer 2.0
Colorbrewer 2.0
  • Colorogical: un ottimo tool per creare delle mappe con parametri unici come la distanza percezionale, la differenza di nome, le preferenze e l’unicità.
  • CCC-Tool: uno strumento per creare ed esportare mappe di colore con funzionalità specifiche come metodi di interpolazione, metriche di differenza di colore e ottimizzazione.

Conclusione

Un uso intuitivo del colore è importante.

Bisogna considerare i bisogni specifici degli utenti e non escludere chi ha cecità di colore.

Una visualizzazione dei dati che segue questi principi raggiungerà più facilmente il successo.

Ti sei iscritto con successo a PixelHub | Creativi Digitali 💻
Bentornatə! Hai effettuato correttamente l'accesso.
Ottimo! Iscrizione effettuata con successo.
Il link è scaduto
Ottimo! Controlla la tua email per il link di accesso.