Su PixelHub trovi corsi, articoli e script per lo sviluppo Web, il Web Marketing e il Social Media Marketing.

Scrivere un buon articolo certe volte non basta per aumentare il traffico e le conversioni al proprio sito web. Per risolvere questo problema è stata sviluppata la scrittura in ottica SEO che permette di ottimizzare i testi utilizzando una serie di strategie e comportamenti che mirano a influenzare i risultati delle ricerche online.

Indice

  1. Cos'è la scrittura in ottica SEO
  2. Le 4 fasi di pianificazione per il SEO
  3. Consigli per ottimizzare al meglio la scrittura SEO
    3.1 Suggerimenti utili su come scrivere al meglio
    3.2 Accorgimenti tecnici per la struttura della pagina web
  4. Errori più comuni nella scrittura in ottica SEO

1. Cos'è la scrittura in ottica SEO

Iniziamo dalle basi: l’acronimo SEO sta per Search Engine Optimization, in italiano ottimizzazione per i motori di ricerca. La scrittura ottimizzata in ottica SEO è quindi una tecnica di scrittura il cui obiettivo è ottimizzare i testi per i motori di ricerca affinché il contenuto in questione possa comparire tra i primi risultati.

Quello che bisogna però tenere a mente è che non bisogna scrivere per i motori di ricerca, ma l’obiettivo del copywriter è sempre quello di soddisfare le persone.

Scrivere in ottica SEO
Scrivere in ottica SEO

2. Le 4 fasi di pianificazione per il SEO

Prima di scrivere un articolo in ottica SEO bisogna:

  • Studiare il settore e i topic per il buyer persona: prima di scrivere bisogna diventare esperti del tema che si vuole trattare, in questo modo sarà possibile padroneggiare al meglio tutti gli aspetti dell’argomento compresa la terminologia specifica. È poi importante capire chi sono i buyer persona, ovvero gli utenti e potenziali clienti interessati, per farlo bisogna individuare cosa le persone cercano e cosa voglio sapere così da riuscire a fornirgli le risposte.
  • Definire un piano editoriale: questo vuol dire individuare gli obiettivi, il target, la concorrenza e il tono che si vuole usare (es. colloquiale, formale, tecnico, ecc). Bisogna poi crearsi una mappa mentale dei vari argomenti e punti che si vogliono trattare nell’articolo. Infatti, è importante individuare le tematiche che possano essere davvero utili e interessanti per gli utenti.
  • Ricercare le keyword: le parole chiave sono il fulcro principale della scrittura in ottica SEO questo perché permettono al motore di ricerca di posizionare in modo corretto il contenuto e inoltre perché aiutano l’utente a capire e focalizzare il discorso. È importante non sceglierne troppe e usarle in modo coerente, infatti le troppe ripetizioni sortiscono l’effetto opposto penalizzando il contenuto.
  • Creare contenuti SEO Friendly: per riuscire a scrivere in modo efficiente un testo in ottica SEO è importante che esso sia scritto in modo semplice e chiaro, cosicché risulti facilmente leggibile e fruibile da tutti. Tutti i punti affrontati nell’articolo devono poi essere coerenti tra di loro e con il tema generale.
Creare contenuti SEO Friendly
Creare contenuti SEO Friendly

3. Consigli per ottimizzare al meglio la scrittura SEO

Un bravo copywriter oltre a interessarsi alla scrittura del contenuto degli articoli, deve porre la sua attenzione anche su elementi più tecnici come la struttura della pagina web.

In questo paragrafo analizzeremo entrambi questi aspetti per fornire dei consigli utili a ottimizzare la scrittura in ottica SEO.

3.1 Suggerimenti utili su come scrivere al meglio

Come scrivere contenuti in ottica SEO
Come scrivere contenuti in ottica SEO

Per riuscire a scrivere articoli di qualità, e ben ottimizzati, è utile rispettare il più possibile queste linee guida:

  • Le parole chiave vanno ripetute in modo naturale, devono infatti essere coerenti con la frase in cui sono inserite.
  • Il titolo è il primo mezzo usato per attirare l’attenzione dell’utente, per questo motivo deve contenere le keywords principali presenti nel testo, rendendo così esplicito l’argomento che verrà trattato.
  • Ricorrere alla tecnica della piramide rovesciata, secondo la quale il testo va suddiviso in paragrafi, così da evitare blocchi di testo visivamente pesanti da leggere, e le informazioni vanno ordinate gerarchicamente dalle principali fino alle secondarie.
  • Usare la formattazione del testo ricorrendo per esempio a elenchi puntati e al grassetto per le parole chiave in modo tale da facilitare la lettura e catturare l’attenzione.
  • La CTA (Call To Action) è una strategia marketing che invita l’utente a compiere un'azione. In un articolo può avere lo scopo di far fruire al lettore altri contenuti correlati presenti nel sito web: solitamente viene posizionata alla fine della pagina così da non distrarre l’utente durante la lettura.

3.2 Accorgimenti tecnici per la struttura della pagina web

Per far sì che la scrittura in ottica SEO sia efficiente è importante che venga curata anche la struttura della pagina web. È fondamentale utilizzare correttamente i seguenti elementi:

  • Header Tag: si suddividono in sei tipologie sulla base della dimensione. In questo modo la struttura della pagina viene ottimizzata al meglio, sia per gli utenti, che per i motori di ricerca. Le tipologie più importanti sono tre: TITOLO H1, SOTTOTITOLO H2, SOTTOTITOLO H3.
Struttura dei titoli in HTML
Struttura dei titoli in HTML
  • Meta description: è una descrizione lunga 150/160 caratteri che riassume il testo e contiene le parole chiavi. Essa compare nei risultati del motore di ricerca sotto al titolo.
Esempio di Meta description
Esempio di Metadesription 
  • Alt e Title Tag: sono due proprietà importanti per l’ottimizzazione delle immagini presenti sulla pagina web. Essi forniscono ai motori di ricerca le informazioni di cui necessitano, le quali serviranno anche per il posizionamento del sito stesso.
Esempio di Alt e Title Tag
Esempio di Alt e Title Tag
  • Link interni e esterni: sono strumenti utili perché permettono all’utente di approfondire il tema trattato rimandandolo a pagine correlate e pertinenti all’articolo. Esse possono reindirizzare sia al proprio sito web che a siti web esterni.
  • URL SEO Friendly: gli URL devono essere chiari e leggibili e avere al loro interno le parole chiave. Inoltre non devono possedere caratteri speciali o spazi.
Esempio di URL SEO Friendly
Esempio di URL SEO Friendly

4. Errori più comuni nella scrittura in ottica SEO

Gli errori più comuni
Gli errori più comuni

Fin qui è stato illustrato quali sono gli strumenti e le strategie che portano a una buona ottimizzazione in ottica SEO. In questo paragrafo invece verranno presentati i comportamenti che penalizzano la scrittura la SEO e che sono quindi da evitare:

  • Inserire le parole chiave in maniera così spropositata da farle apparire ridondanti (keyword stuffing).
  • Utilizzare come parole chiave dei termini che generano poche ricerche e che quindi non portano vantaggi a livello di traffico e di conversioni al sito web.
  • Proporre all’interno del proprio sito web due o più articoli il cui argomento è molto simile: questo va a creare una concorrenza interna che non porta alcun beneficio in termini di ranking e traffico (cannibalizzazione dei contenuti).
  • Non citare le fonti e ricorrere a un copia-incolla di altri articoli: i motori di ricerca penalizzano molto queste due pratiche ed è bene quindi citare sempre le fonti utilizzate e rielaborare i concetti in modo personale.

Conclusioni

Come abbiamo visto per scrivere un articolo in ottica SEO bisogna tenere in considerazione vari aspetti, ma una volta imparato l’utilizzo di questo strumento non risulterà più così difficile.

Se ti interessa approfondire questo argomento puoi leggere questi altri due articoli presenti sul sito: 7 STRUMENTI SEO GRATIS e COME TROVARE LE PAROLE CHIAVE.

Ti sei iscritto con successo a PixelHub | Creativi Digitali 💻
BentornatÉ™! Hai effettuato correttamente l'accesso.
Ottimo! Iscrizione effettuata con successo.
Il link è scaduto
Ottimo! Controlla la tua email per il link di accesso.