SEGUICI SU

freedom

Freedom on the Move

Per oltre 250 anni un numero incommensurabile di persone ridotte in schiavitù nel Nordamerica tentò la fuga verso la libertà e gli schiavisti pubblicavano sui giornali annunci per rientrare in possesso dei loro “beni”.  Il progetto della Cornell University Freedom on the move raccoglie in un database tutti questi annunci, spesso presenti sui libri di storia, ma mai raccolti e studiati in modo organico e sistematico. Con l’avvento dei giornali nelle colonie americane, gli schiavisti pubblicarono annunci per cercare di localizzare i fuggiaschi. Inoltre, i carcerieri pubblicarono annunci che descrivevano le persone che avevano arrestato alla ricerca degli schiavisti che rivendicavano i fuggiaschi come proprietà. Creato per controllare il movimento di persone schiavizzate, le pubblicità hanno conservato i dettagli e i particolari delle vite individuali – la loro personalità, il loro aspetto e la loro storia di vita. Il complesso di questo materiale costituisce una fonte di informazioni dettagliata, concisa e rara sulle esperienze delle persone schiavizzate. Gli annunci dopo essere stati verificati e valutati diventano disponibili attraverso la trascrizione full-text e ulteriori metadati consultabili all’interno del database rappresentando uno strumento utile alla ricerca degli studiosi, degli studenti e degli storici.

Lascia un commento



DIACRONIE - Studi di Storia Contemporanea

Portale e rivista di storia contemporanea a cadenza trimestrale.

ISSN 2038-0955 - Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 - Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5. - redazione.diacronie[at]hotmail.it